PUBBLICITA’. Un’idea che sta bene su tutto

Questo slideshow richiede JavaScript.

Advertising Agency: WAX Partnership, Calgary, Canada
Creative Directors:Sebastien Wilcox, Joe Hospodarec
Art Directors: Brad Connell, Jon Jungwirth
Copywriter: Stephanie Bialik
Photographer: Ric Kokotovich
Retoucher: Sheldon McLean
Prosthetics: Dave Trainer
Released: December 2009

Nonostante qualche critica ricevuta (non perdetevi la più spassosa: questa, apparsa su ADVFreak) mi pare molto centrata la campagna della canadese WAX per i corsi di formazione professionale SAIT.

La creatività verte su una sorta di accelerazione biologica che investe il mezzobusto di un soggetto ritratto in divisa da lavoro: in tutte le fasi dell’invecchiamento, il protagonista di turno appare sempre sorridente e con un’aria serena e realizzata. Nell’ultimo fotogramma ecco l’headline: “Get a career you’ll never want to leave” ossia “Avvia la carriera che desideri per la tua vita”.

I punti di forza della campagna sono:

  • un ottimo insight
  • Il Plus del prodotto è ben rappresentato
  • Interessantissimo uso dei media.
  • La declinazione della creatività per i Social Network

L’obiettivo della campagna è quello di rappresentare il brand come un’occasione unica e irripetibile di felicità per il giovane che vuole riuscire professionalmente in una carriera lavorativa stimolante. “La promessa, una grande promessa, è l’anima di un annuncio pubblicitario”(S. Johnson- 1759) e la promessa in questione è l’autorealizzazione.

La strategia è puntare dritto sul vissuto e la vita del target di riferimento.

L’unico appunto concettuale che si può fare a questa creatività viene fuori dalle pagine della rivista ADVFreak: rappresentare il soggetto con addosso sempre gli stessi abiti a distanza di tre decadi non sembra il massimo della soddisfazione personale.

Per il billboard esterno, l’effetto grafico dell’invecchiamento è reso efficace da un “3 step” (soggetto giovane/ maturo/ anziano), mentre nella versione online è possibile scrollare una linea orizzontale sul volto di uno dei tre protagonisti della multisoggetto per assistere ad una perfetta sovrapposizione tra la versione giovane del soggetto e quella più attempata, accompagnata da headline.

Ciò che rende particolarmente virtuosa questa campagna è però  un ottimo uso dei media. Nel passaggio da un formato all’altro, la creatività dell’agenzia canadese non perde un grammo della sua forza, prestandosi benissimo sia all’on line che all’off line.

La campagna, declinata per Billboards (foto), Banner box ecc. è anche un ottimo esempio di Social Network advertising. Il banner box è infatti linkato ad un “Aging software” che permette all’utente di “invecchiare” una foto personale opportunamente uploadata: un strategia molto inflazionata (penso ai vari simpsonize me o all’ultimo avatarize me) ma ottima per creare brand awareness. L’impressione è che per l’adv di ultima generazione servano idee come questa.

Ho detto la mia.

[Alex Badalic R.I.P.]

Annunci

Informazioni su copyisteria

Donne, è arrivato l'arrotino e l'ombrellaio!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: