MUSICA. Intervista a Emiliano Ra-b (Lemmings)

Copyisteria intervista Emiliano Ra-B, autore dei testi dei Lemmings, frontman dei Lemmings e produttore discografico.

In pochi anni, i Lemmings hanno conquistato i favori di critica e pubblico. Il loro primo album (Lemmings) è valso alla band romana la partecipazione al Dopofestival di Sanremo. Tantissimi i live, tra cui spicca l’esibizione all’Auditorium di Roma; numerosi passaggi in radio e tv, prima della svolta intimista del secondo disco, “Teoria del piano zero”, lavoro indubbiamente più complesso e maturo.

Ciao Emiliano.

Ciao

Partiamo dall’ultimo lavoro. Sulla copertina del disco c’è un bimbo che gioca con un aeroplano giocattolo. Quanto è cambiato il mondo della musica da 11 anni esatti (11 settembre 2001) a questa parte?

Parecchio, ma in peggio, a mio modo di vedere. Con “Teoria del piano zero” l’intenzione dei Lemmings era quella di descrivere un processo irreversibile verso l’implosione del sistema socio-culturale che, esattamente come il ground zero post-attentato alle torri gemelle, portasse ad una ricostruzione fondata su altre basi. Per ora siamo ancora nella prima fase, la ricostruzione è ancora lontana.

La guerra è uno dei temi più ricorrenti di “Teoria del piano zero”, penso a Hiroshima o a Il Lattaio… In questo secondo brano (singolo della settimana su iTunes), in particolare, tu canti “Saranno alleati ma sparano… l’Aurelia è deserta…”. A quale episodio storico fai riferimento?

“Il Lattaio” era il nome che la gente che viveva in Toscana e nell’alto Lazio aveva dato ad un aereo americano che, esattamente come colui che portava il latte nelle case e nei negozi la mattina, percorreva l’Aurelia alle 7 in punto, sparando a vista a chiunque si trovasse sulla strada. E’ un episodio indubbiamente poco conosciuto, ma abbiamo ritenuto che si prestasse bene a rendere il parallelismo tra la “pace armata” di ieri e quella di oggi.

Correggimi se sbaglio: tu sei nell’ordine autore dei testi dei Lemmings, produttore discografico, poeta. Cosa fa/ come si muove un produttore discografico indipendente nel 2012?

Nel 2012, un produttore discografico indipendente (quando non muore di fame), fa esattamente quello che faceva ieri: tenta di portare all’attenzione pubblica dei prodotti che reputa validi e che, altrimenti, difficilmente riuscirebbero ad ottenere il risalto che meritano.
Naturalmente a volte ci riesce, altre meno.

Se tu sei d’accordo, continuerei la cosa con una specie di giochino. Io ti dico una parola, così a casaccio ma neanche troppo, e tu mi dici quello che ti viene in mente, ci stai?

Ok

Lemmings

Tanta fatica, tanto sbattimento, tante incazzature e tante soddisfazioni. Shakera tutto assieme ed ottieni quello che provo per i Lemmings.

Indipendente

Libertà ma anche, troppo spesso, subalternità. Ah… E anche “povertà”, non spirituale, ma proprio pecuniaria.

Talent show

Televisione, niente a che vedere con la musica.

Gigi D’Alessio

La rappresentazione in carne ed ossa di quanto ancora esistano gigantesche sacche di arretratezza culturale in Italia.

Zeman

Il profeta del “bel gioco”. Un eroe romantico, in fondo. Sono stato felice, da romanista, che sia tornato ad allenare qui da noi.
Non mi piacciono, però, gli “atti di fede” o le mitizzazioni nei confronti di nessuno. Credo che anche lui sarebbe d’accordo con me, in tal senso.

Serie tv

Il futuro della cinematografia. Negli Stati Uniti ed in Inghilterra l’hanno capito e le nuove serie che stanno uscendo non hanno nulla da invidiare alle più importanti produzioni destinate al grande schermo, né in termini realizzativi né come risultati artistici.
Purtroppo qui da noi, come al solito, salvo rarissimi casi sporadici, siamo parecchi anni indietro.

Piotta

La dimostrazione vivente di come, se un artista ed una persona vale, alla lunga riesce a prendere il posto del “personaggio” e ad imporsi per quello che è davvero.

Annunci

Informazioni su copyisteria

Donne, è arrivato l'arrotino e l'ombrellaio!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: